Perché sono importanti le immagini e i fumetti?

Tavola di Enrico Belli. “Ho realizzato questo disegno imparando io stesso da mia figlia Beatrice (13 anni) il tratto e la colorazione a pastelli

Perché ognuno ha modalità preferite di apprendimento: chi ascoltando, chi vedendo, chi facendo. Insegnare a distanza richiede di usare tutti questi “canali”.

Perché i bambini amano ricevere disegni da colorare?

Perché rilassano e attivano la parte emotiva del nostro cervello. In breve, aiutano a stare bene.

Ecco lo stesso disegno, al tratto, che ho distribuito per primo, per dare la possibilità a chi lo desidera di colorarlo.

Le videolezioni registrate

La sintesi e la fluidità di una videolezione sono frutto di molta preparazione. Ecco un esempio di una lezione sui vulcani per una lezione di geografia per la classe quarta della scuola primaria.

I ragazzi già passano molto tempo davanti a tv, netflix e quant’altro. La soglia di attenzione è bassa, occorre dunque tenere un ritmo e fare ottime sintesi per catturare l’attenzione.

Non dimenticare l’esercizio fisico

Educazione motoria a distanza: questa dimenticata! Ma se non ci teniamo in esercizio ci spegniamo! Vale per adulti e ragazzi.

Videolezioni: gli errori da evitare

Il primo errore da evitare nelle videolezioni è pensare che la tecnologia sia autonoma e risolva da sè. Se la tecnologia funzionasse veramente da sola, non saremmo chiusi in casa in 4 miliardi per paura di un virus.

La tecnologia non pensa. È uno strumento. La tecnologia della videoconferenza va gestita: come?

  • scegliere lo strumento giusto;
  • far fare adeguate prove tecniche prima di iniziare;
  • delegare la parte tecnica ad un esperto;
  • preparare una scaletta di contenuti;
  • pensare prima come gestire i momenti di interazione.

Apprendimento a distanza: i disegni

Identità digitale dell’insegnante a distanza: perché non usare un disegno?

I disegni sono un modo efficace per schematizzare ma anche per comunicare. Per rafforzare la propria identità digitale di insegnante a distanza è bene presentarsi con una immagine coerente. Una foto sorridente è una buona idea; con gli occhiali da sole, meno bene. Un fumetto, come quello qui sopra, è un’altra buona idea.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *